Donne transessuali pre-op post op non-op

Donne Transessuali Pre-op,Post-op e Non-op

Ho conosciuto Kei su internet nel 2012. Fino ad oggi, non aveva mai manifestato alcun disagio con i suoi genitali nativi. Improvvisamente si è definita una trans Pre-op  (ovvero che intende sottoporsi al cambio di sesso). Nonostante questa improvvisa rivelazione i miei sentimenti per lei non sono cambiati. Kei iniziò la sua transizione a 23 anni, e non si è mai sottoposta ad alcun tipo di operazione fino ad oggi. Per piacersi, e allineare il suo aspetto femminile con la sua identità di genere ha fatto qualche ritocco, aumentando le anche (iniezione di collagene nei fianchi) e del seno, ma non si è mai sottoposta ad alcun tipo di impianto e operazione invasiva.

E ancora appare completamente femminile e naturale, amo il suo aspetto. Mi considero molto fortunato nell’avere una fidanzata come lei, prima di incontrare Kei, ero già attratto dalle donne trans, e avevo già avuto altre ragazze ladyboy ( trans Asiatiche ). Per dato di fatto, sin da quando ero ragazzo iniziai a conoscere transessuali; prima nei locali di tendenza, disco club, poi su internet nei film porno. Ero affascinato dal fatto che fossero così femminili malgrado avessero il pene, e le trovavo speciali.

Se hai visto film porno shemale ( il termine shemale è utilizzato dalle industrie del porno per categorizzare i film transessuali) forse qualche domanda te la sarai posta riguardo i seni. Avrai probabilmente notato che il loro seno ha differenti misure, e questo può dipendere da due ovvie ragioni. I seni cresciuti con le cure ormonali ( transizione ) in genere non raggiungono grandi dimensioni, assomigliano ai graziosi seni che crescono alle ragazzine adolescenti (i quali personalmente mi piacciono). Se si sono sottoposte ad iniezioni di collagene o impianti ( protesi ) le dimensioni possono essere davvero grandi, e immaginerai bene che non possono essere cosi senza un operazione (i soli ormoni non aumentato di molto il seno).

A quei tempi, Il mio sogno di incontrare una donna transessuale MTF un giorno, non intendeva soddisfare soltanto il miei bisogni sessuali, avrebbe potuto darmi anche le risposte a tutte le mie curiosità, domande e conflitti interni, aiutandomi a comprendere le donne transex e fare chiarezza sulla mia sessualità ed il mio orientamento sessuale.

Parlando di donne transessuali, è comune nelle comunità LGBT categorizzarle in 3 tipi, e la distinzione arriva dalla parte più privata di esse: i loro organi genitali maschili.

Donna Transessuale Pre-op

Pre-op è la contrazione di due parole  pre operazione , che significa prima dell’operazione. Una donna transessuale è detta pre-op se non si è ancora sottoposta alla SRS o Sex Reassignment Surgery (Intervento di riassegnazione del sesso). Queste donne usualmente rimangono in questo stato a lungo, anche se vogliono sottoporsi alla SRS, ciò richiede tempo e preparazione.

E con buona ragione, la SRS è un operazione pesante, si tratta realmente di tagliare il pene e ricostruire una vagina artificiale dai tessuti rimanenti, mentre vengono mantenute le funzioni urinarie, e perciò… Richiede tempo per riprendersi dall’operazione, richiede tempo anche nell’accettarlo psicologicamente. E sopratutto molto tempo per prepararsi psicologicamente!

Operazione cambio di Sesso in Asia

L’SRS è oltretutto molto costosa, quindi anche se una pre-op TS fosse psicologicamente pronta, deve comunque mettere da parte sufficiente denaro per permettersi l’intervento, il ricovero e i futuri controlli. Per darti un approssimazione, si aggira tra i $10.000 e $ 15.000 nelle Filippine o Thailandia. E molto di più nei paesi occidentali. Perciò $ 15.000 rappresenta una grossa somma per la ragazza media Asiatica. Qui in occidente, fortunatamente è possibile mettersi in lista d’attesa per l’operazione a spese dello stato, oppure fare richiesta all’asl per un rimborso in caso si decida di farla in Thailandia.

Le ragazze Pre-op non si sentono a proprio agio con i propri genitali nativi, ed è loro desiderio liberarsene. Io credo che ciò formi la sorte delle donne transessuali  (se mi consentono di categorizzarle), devono essere le uniche col più grande peso psicologico.

Donne Transessuali Post-op

Le donne transessuali post-op, dall’altro lato, si sono già sottoposte alla SRS (post-op sta per “post-operatorio” quindi dopo l’intervento). Illustrerò ovviamente che le transessuali post-op ancora NON possono aver alcun bambino e NON hanno il periodo, essendo l’operazione solo una plastica (nessuno chirurgo al mondo sarebbe mai in grado di ricostruire un reale organo riproduttivo femminile dai resti!) Questa è anche la ragione per cui la vagina di una TS non si bagna (bé, quando farete sesso, dovrete usare il lubrificante).

Le donne transessuali post-op si dice siano complicate, e possono essere soggette a disturbi psicologici, ad esempio severa depressione. In base agli studi, le donne transessuali post-op non sentono fisicamente nulla durante l’intercorso (possono sentirsi psicologicamente eccitate almeno). Io credo che ancora provino maggior sensazione quando fanno sesso anale, proprio come prima dell’operazione.

Questa è la ragione per cui hanno bisogno di consultare uno psicologo a lungo prima di sottoporsi  alla Vaginoplastica, perché è un operazione molto pesante. E’ la rinuncia di diverse parti del tuo corpo e della tua vita. Equivale a dire addio a cose che non farai mai più, e sensazioni che non proverai mai più. D’altra parte, oterrai ciò che la natura non ha voluto darti al primo posto. Bé, è un pesante compromesso, ma di sicuro richiede di essere psicologicamente veramente determinati.

Nota che le donne transessuali post-op possono stare benissimo, non tutte incorrono nelle situazioni finora esposte, e ci sono brillanti donne transessuali post-op la fuori che vivono felicemente, sposate col loro amato marito ad esempio.

Donne Transessuali Non-op

E questo ci guida alla terza categoria che è la donna transessuale non-op. Perché? Perché  il percorso di una donna transessuale deve attraversare l’SRS, come se fosse un passo obbligatorio della loro vita? Letteralmente parlando, pre-op e post-op si accoppiano, e per molti anni la gente ha discusso a proposito di questi due termini. Come se tu possa essere solo pre-op o post-op, come se attraversare la SRS fosse un passo tassativo, e se non l’hai ancora fatto, sei una “pre-op”.

La verità è, che molte donne non si sottoporranno mai all’operazione cambio di sesso nella loro vita. Alcune di loro perché non riescono ad essere pronte a farlo, o non trovano il denaro per pagarsela. Ma molte di loro semplicemente sono a loro agio con i propri genitali maschili, e non hanno alcun piano di sottoporsi all’operazione. Qui è quando il termine non-op ( sta per “non-operata” ) comincia ad apparire, al pari con la società che diventa più aperta di mente nei riguardi delle transessuali, a causa della maggior accettazione nell’avere co-esistenza tra la gente.

Nota che le TS pre-op che non si operano mai del tutto nella loro vita, cadono di fatto, nella categoria non-op.

Io credo che le ragazze non-op ( e specialmente quelle che lo sono per scelta) siano le più bilanciate mentalmente (hanno una disforia di genere meno forte) rispetto le tre categorie. Non significa che non faranno proprio alcuna operazione! Non-op / Pre-op / Post-op sono termini che si riferiscono soltanto all’operazione SRS (cambio di sesso) ma le ragazze non-op usualmente fanno l’impianto ai seni, miglioramento delle anche, e sono sotto HRT (Hormone Replacement Therapy, aka : cure ormonali / transizione ), e non appaiono meno femminili rispetto le pre-op o post-op, non ce una regola per questo. Nota che se stai cercando una ladyboy / transex che sia veramente funzionante col suo pene, avrai la miglior fortuna con la non-op (ovviamente ti puoi scordare delle post-ops!)

Conclusioni

Le transessuali forse possono venir categorizzate in tipi differenti ma credo fermante che siano tutte speciali. Potrebbero avere prospettive diverse, ma ciò che importa maggiormente è che impariamo a capire sono umane come noi, e che sono meritevoli di essere rispettate, accettate ed amate. Io spero che condividendo con voi questi termini tecnici vi aiuti a capire un po di più a che tipo di fidanzata transessuale corrispondete. So bene quale tipo di transessuale mi piace, e ho una ragazza filippina ladyboy proprio come la desideravo.

Allora adesso quando chatti con una transessuale e ti dice che è una pre-op, post-op o non-op, avrai una migliore idea di ciò che significa ed implica. Allora non ci saranno sorprese e le cose saranno chiare sin dall’inizio.

Puoi lasciare un commento nel box qui sotto di disqus, o se desideri approfondire la questione puoi discuterne nel nostro gruppo su facebook.

La Mia Fidanzata Transex Newsletter

Segui il mio blog, ricevi le mie news mail direttamente nella tua casella di posta, riservate e anonime. Come sempre, esclusivamente dal mondo Transex!

Posted in Approfondimenti.

Andrea Del Riva

PERCHE STO FACENDO QUESTO BLOG

Amo le donne transessuali. Sono 37 enne, ed ho avuto quasi esclusivamente donne transessuali nella mia vita.

So a quanti uomini piacerebbe avere una ragazza transessuale ma mancano di conoscenza ed informazione. Questo è il motivo per cui voglio condividere con voi le mie esperienze personali su questo argomento.A Proposito di Me